Falsi profeti

Così parla il Signore, l'Eterno: "Guai ai profeti stolti, che seguono il loro proprio pinta, e parlano di cose che non hanno vedute!" (Ezechiele 13:3)

Uno dei segni più evidenti che precedono il ritorno di Cristo è il proliferarsi i veggenti; una pratica, questa, assai antica ma molto comune in questo ultimo ventennio.
Da molto tempo i "veggenti", che riferiscono di aver visto la Madonna spuntano un po ovunque.
Le apparizioni mariane hanno creato molti punti di incontro in varie località italiane, trasformandole in luoghi di culto, seguite da milioni di adepti e, di conseguenza, hanno creato un enorme giro di danaro.

Quasi ogni giorno spunta un luogo in cui qualcuno ha visto la Madonna; spes­so la vedono piangere con lacrime di sangue, altre volte non solo appare, ma parla ai prescelti, raccomandando loro di mettere in guardia il mondo dalle varie catastrofi che sono a divenire, altri invece ricevono lettere dalla madonna in un'ora prestabilita...
Ve lo immaginate Gesù a inviare lettere ai suoi figli?

Questo tema, che attrae milioni di per­sone, viene trattato ovunque, e questi "veggenti" trovano spazio in TV, sui network; spesso suggestionando la gente con immagini di nuvole che rap­presentano, secondo la loro visione soggetti­va, la figura della Madonna.
Sta di fatto che, attraverso questa popolarità, acquisiscono un crescente numero di adepti.
Ho potuto constatare che le varie pro­fezie di questi veggenti sono sempre simili tra di loro: terremoti, guerre, martiri...

Gli adepti anche asseriscono che, tramite queste apparizioni, vengono beneficiati poi da miracoli; la Madonna opera in alcuni di loro, guarendoli dalle varie patologie di cui sono affetti.
Ma cos'è che spinge le persone a credere ciecamente in quello che viene loro detto da questi falsi profeti?
Forse, perché la gente ha bisogno di miracoli, e di fronte a certe storie perde il senso della ragione?
E la chiesa?
Forse la chiesa, ormai in difficoltà, non riesce ad arrivare al cuore dell'uomo, per cui, di conseguenza, la figura del "veggente" serve ad arginare questo problema?

Oppure, più semplicemente, l'uomo, non trovando pace con se stesso, cerca qualcuno o qualcosa che possa riempire questa mancanza?
A mio avviso, ciò che risalta in gran parte dell'essere umano è una totale assenza della conoscenza della Parola di Dio, ed è per questo che molti vanno alla ricerca di visioni, di santoni, di maghi...
Quando la Parola di Dio è sconosciuta, si cercano dei palliativi per riempire la propria esistenza.

Se conoscessero la Parola di Dio, non avreb­bero bisogno di fumo, ma avrebbero la certezza nella fede in Cristo.
Se conoscessero la Bibbia, saprebbero che tutto ciò che viene predicato da questi "veggenti" è stato scritto tantissimi anni fa da Colui che ha predicato, profetizzato e operato miracoli, da Colui che ci mette in guardia proprio da questi falsi profeti.

Per capirne l'essenza basta ricordare le parole di Paolo, quando ci mette in guardia dai falsi profeti, esortandoci a esaminare attentamente quello che ci viene predicato e trattenendo ciò che è buono.
Ma questo può avere un senso solo se si conosce la Parola di Dio.

Una meditazione di Anna Cipollaro

Commenti

Post popolari in questo blog

Miracolo in Egitto

L'Abbandono.

Breve storia di martiri cristiani

Olocausto - Verità o menzogna?

La testimonianza di Ornella Vanoni