Chiarimenti di termini e costatazione di realtà


Antisemitismo, Antisionismo, Antigiudaismo, odio contro Israele: sono le diverse facce di un'offensiva contro Israele, che sempre più si sta facendo strada nel mondo, oggi.
Noi da che parte stiamo?
La Bibbia è molto chiara al riguardo: "...Infatti così parla il SIGNORE degli eserciti: "È per rivendicare la sua gloria che egli mi ha mandato verso le nazioni che hanno fatto di voi la loro preda; perché chi tocca voi, tocca la pupilla dell'occhio suo"" (Zaccaria 2:8).
E' con un profondo senso di urgenza che ho sentito il dovere di riprendere quello che ritengo un manifesto universale contro l'Antisemitismo.

Il documento è stato pubblicato sul quotidiano israeliano Ha-Aretz, il 31 agosto 2001, ad opera di un gruppo di cristiani tedeschi, ed è stato da noi tradotto e pubblicato sul n. 3/2002 di UominI Nuovi.
E' necessaria infatti la massima chiarezza sulla posizione che, anche come cristiani, dobbiamo avere in accordo alla Parola di Dio, verso Israele.
L'Antisemitismo, l'Antisionismo, l'Antigiudaismo e l' odio contro Israele stanno crescendo a livello mondiale in modo spaventevole.

Nel Medio Oriente, in Europa, in Germania..., non sono altro che espressioni diverse dell'odio eterno contro gli Ebrei.
Le conseguenze sono devastanti e catastrofiche, mettono a repentaglio ciascun Ebreo proprio nella sua esistenza, il popolo ebraico, lo Stato d'Israele e la loro madrepatria.
Nello stesso tempo, distruggono l'umanità intera; sono una minaccia per la pace e un pericolo per la cristianità.

L'Antisemitismo è:
  • dare la colpa agli Ebrei per ogni disastro nel mondo;
  • nutrire pregiudizi contro il popolo ebraico;
  • dare la colpa agli Ebrei per ogni tipo di malvagità;
  • diffamare e insultare verbalmente gli Ebrei;
  • sospettare degli Ebrei per una cospirazione universale massonico- capitalistica;
  • incolpare gli Ebrei di essere dei continui elementi disturbatori e nemici nel del mondo;
  • minimizzare le sofferenze del popolo ebraico durante il periodo nazista o glorificare il nazismo;
  • negare la morte dei sei milioni di Ebrei nell'Olocausto (rifiuto dell'Olocausto);
  • negare agli Ebrei il diritto di vivere, desiderare la loro distruzione, annientare tutto ciò che sia ebraico.
L' Antisemitismo si basa principalmente su stereotipi medievali riguardo agli Ebrei ed ha motivazioni razziste.

L'Antisionismo è:
  • rifiutare il ritorno, ordinato divinamente, degli Ebrei alla terra dei loro padri e della loro fede;
  • negare agli Ebrei il diritto di vivere in Israele in libertà, pace e dignità umana;
  • negare allo Stato di Israele il diritto di vivere e di esistere;
  • volere l'esodo degli Ebrei da Israele;
  • desiderare la cancellazione dello Stato di Israele dalla cartina geografica e volere "respingere gli Ebrei in mare".
L' Antisionismo nega agli Ebrei il diritto biblico e storico di tornare alla loro madrepatria (Israele) e di vivere in quella terra con uno Stato sovrano in libertà e dignità.

L'odio contro Israele è:
  • dare la colpa solo a Israele per il conflitto nel Medio Oriente;
  • accusare Israele di nazismo, fascismo, imperialismo e razzismo;
  • giustificare teologicamente l'Intifada (la rivolta dei Palestinesi) come "lotta per la libertà, divinamente ispirata" e glorificarla come "divina intifada" contro il male (Israele);
  • accettare tacitamente il terrore arabo-palestinese contro Israele e gli Ebrei di tutto il mondo;
  • negare allo Stato d'Israele e al suo governo il diritto fondamentale alI'esistenza;
  • non riconoscere allo Stato di Israele e alla sua capitale, Gerusalemme, di sottostare al diritto internazionale;
  • diffondere deliberatamente mezze verità e informazioni false su Israele e fare propaganda ostile ad Israele attraverso i media (tv, radio, giornali e internet).
Odio contro Israele significa mirare alla diffamazione e alla distruzione dello Stato di Israele e discriminare i sostenitori del mandato ebraico.

L'Antigiudaismo è:
  • accusare gli Ebrei per la morte di Gesù;
  • accusare gli Ebrei di essere "assassini di Dio sul Golgota";
  • tacciare gli Ebrei di essere "maledetti" e "rigettati" da Dio;
  • ritenere le sofferenze del popolo ebraico come "la giusta punizione di Dio";
  • diseredare spiritualmente gli Ebrei e proclamare la Chiesa Cristiana come Nuovo e Vero Israele;
  • interpretare tutte le benedizioni di Dio in riferimento alla Chiesa e tutte le maledizioni in riferimento agli Ebrei;
  • rifiutare il significato del popolo, dello Stato e della terra di Israele nella storia del mondo e nella storia della salvezza;
  • proclamare che gli Ebrei di oggi non sono più il popolo scelto da Dio, ma una nazione proprio come le altre.
L' Antigiudaismo è un peccato originale del Cristianesimo tradizionale, una dichiarazione morale e spirituale del fallimento della Chiesa.

Chiunque è contro gli Ebrei è contro l'Ebreo Gesù di Nazaret.
Salmo 71:13: "...Siano confusi e vengano annientati gli avversari della mia vita (Israele)...";
Isaia 41:11: "...Ecco, tutti quelli che si sono infuriati contro di te saranno svergognati e confusi; quelli che combattono contro di te saranno ridotti a nulla e periranno...";
Genesi 12:3: "...Maledirò chi ti maledirà...".
Queste sono dure parole che si sono già adempiute e continueranno ad adempiersi anche in futuro!
Ogni forma di ostilità contro gli Ebrei deve perciò provocare la nostra protesta forte e determinata.
Noi diciamo no all'Antisemitismo, all'Antisionismo, all'Antigiudaismo e a ogni cosa che mini le fondamenta di Israele!
Anche coloro che restano in silenzio sono colpevoli di essere contro il popolo ebraico e danneggiano se stessi.

Silvia Baldi Cucchiara

Commenti

Post popolari in questo blog

Miracolo in Egitto

L'Abbandono.

Breve storia di martiri cristiani

Olocausto - Verità o menzogna?

La testimonianza di Ornella Vanoni